Tu sei qui: Home News Calcetto, caccia al tesoro e giochi. Alla Briglia la Festa dei Rioni

Calcetto, caccia al tesoro e giochi. Alla Briglia la Festa dei Rioni

Da venerdì 13 a domenica 15 settembre in via Fattori è aperta la sfida. Quattro squadre si danno battaglia in piazza. Torna l’evento con la formula delle 18 edizioni degli anni ‘80-’90

La prova generale del 2018

Un intero paese, quello de La Briglia di Vaiano, è in grande fermento. Quattro Rioni - Frantoio, Moro, Malaparte e Fornace – si daranno battaglia in piazza per una tre giorni che per la prima volta, ispirandosi alle celebri 18 edizioni organizzate negli anni ’80 e ’90, riprende quella Festa dei Rioni che gli abitanti de La Briglia non hanno certo dimenticato. Calcetto, caccia al tesoro e giochi a punti si alterneranno in via Fattori fino alla designazione del vincitore del trofeo, una targa da “murare” in un angolo del rione.

“Il programma parte venerdì con la presentazione dei Rioni e c’è molto entusiasmo – annuncia l’assessore di Vaiano Beatrice Boni – Tantissimi i partecipanti, pronti a mettersi in gioco nel nome e nello spirito di una comunità che si sente unita e vuole dimostrarlo”.

Il Comune di Vaiano patrocina l’evento e il Circolo La Spola d’Oro lo ha promosso e organizzato con l’aiuto di alcuni “consulenti”, animatori allora e anche oggi dell’evento, come Samuele Pini e Fabio Giusti.

“Tutto è cominciato quando al Circolo La Spola d’Oro si è pensato a una mostra per immagini per ricordare quei giorni, le partite concluse a tarda notte, i giochi in piazza, le sfide più incredibili, come quella con le macchine volanti o la gara per costruire le ciminiere da trasportare poi per chilometri fino ai giardini – ricorda l’imprenditore Fabio Giusti – E alla fine ce l’abbiamo fatta. Dopo la prova generale di una domenica pomeriggio l’anno scorso, adesso ci siamo davvero. Ieri sera abbiamo sorteggiato gli accoppiamenti delle squadre per le partite, siamo pronti”.

I quattro Rioni prendono il nome dalle loro caratteristiche: Malaparte perché si trova idealmente dalla parte di Spazzavento dove c’è la tomba dello scrittore, Fornace perché ospitava la fornace dei mattoni della fabbrica Forti, Moro dalla piazzetta con al centro un gelso (che è ancora così) e Frantoio, il rione con frantoio e macine. Ognuno ha un colore, che fu deciso all’epoca della prima partita di calcetto in piazza (con regole particolari per adattarsi al fondo e al contesto non usuale e al pubblico a… bordo piazza) complici le maglie improvvisate dei giocatori: bianco per il Frantoio, arancio per il Moro, azzurro per Malaparte e giallo-verde per la Fornace.

Il programma prevede venerdì 13 settembre alle 21 l’apertura della festa con la presentazione dei Rioni, alle 22 lo spettacolo O i Rioni o la morte della Compagnia Teatrale AttuttaBriglia, alle 22.30 le semifinali del torneo di calcetto e alle 23.30 la consegna delle istruzioni per la caccia al tesoro. Sabato 14 settembre si comincia alle 17.30 con I Rioni dei Piccoli: giochi per bambini in piazza, alle 19.30 Pizza Rione su prenotazione, alle 21.15 il gioco della fortuna e alle 21.30 i giochi in piazza Mai dire Brigliesi!

Domenica 15 settembre dalle 16.30 Rione street food e giochi in piazza, alle 18.30 la consegna del tesoro ai vincitori della caccia e alle 21 le finali del torneo di calcetto fino alla premiazione (alle 22.30) del Rione vincitore.

Azioni sul documento