Tu sei qui: Home News Ciclabile, lavori partiti: interventi per i pilastri del nuovo ponte

Ciclabile, lavori partiti: interventi per i pilastri del nuovo ponte

Cantiere aperto tutto agosto, lavori in alveo permessi fino all’inizio di ottobre. Bosi: “Impegno determinato del Comune"

I lavori a Camino

 

Il cantiere per la realizzazione del nuovo ponte di Camino e del collegamento ciclabile Prato-Vaiano è partito.  Da una quindicina di giorni si lavora, proprio in località Camino, per la realizzazione del basamento e dei pilastri necessari a sorreggere il manufatto che sarà realizzato in acciaio. L’intervento è sull’alveo del Bisenzio, e sugli argini destro e sinistro. “Su questo progetto c’è stato un impegno determinato dell’amministrazione comunale. Non era facile reperire le risorse necessarie che non sono poche e trovare un accordo definitivo tra più soggetti con competenze diverse – Mette in evidenza il sindaco Primo Bosi – Ci sono stati poi tempi tecnici lunghi, legati alle procedure di progettazione e di gara. Adesso finalmente siamo arrivati alla realizzazione”.

Comunque, adesso che i lavori sono partiti, c’è l’intenzione di andare avanti in modo spedito. Si lavorerà tutto il mese, tranne nei giorni di Ferragosto. A dettare i tempi sono anche le prescrizioni dell’Autorità di bacino che consentono infatti di operare nell’alveo del fiume fino al primo ottobre, per riprendere poi l’attività dal primo marzo. Nel frattempo si provvederà alla realizzazione delle restanti opere. Già a settembre è previsto un momento di verifica con la Regione e il Comune di Prato.

L’investimento è importante: circa 1 milione di euro per ricongiungere e riqualificare l’intero percorso. Nei prossimi mesi si lavorerà lungo il percorso e si metterà mano all’intervento specifico previsto a La Briglia, sia nelle aree interessate dalla ciclabile che sul punto sosta all’ex lavatoio.

L’opera è strategica anche perchè collega Prato e la Vallata alla rete ciclabile dell’Emilia Romagna e del nord Italia, attraverso la Ciclovia del Sole (quella che nell’Alta Valle corre lungo il percorso di servizio alla Direttissima).

La pista ciclopedonale è stata selezionata dalla Regione per essere finanziata, con 590 mila euro, attraverso il bando regionale per lo Sviluppo delle infrastrutture a basso impatto e l’incremento della mobilità ciclopedonale che attinge dai Fondi europei Por Fesr 2014-2020. Le altre risorse saranno impegnate direttamente dal Comune di Vaiano, circa 350 mila euro, e da quello di Prato, 80 mila euro.

A dettare i tempi dei lavori sono anche le prescrizioni dell’Autorità di bacino e l’evoluzione meteo del periodo invernale. 

La ciclabile rivista a corretta con il ponte di Camino si sposterà sulla riva destra (venendo da Prato), con un percorso che sarà parallelo alla SR 325. Si immetterà nell’abitato de La Briglia, attraverserà il giardino della Curia a valle di via Steriola arriverà in piazza della Repubblica, si immetterà in via Ciampi e infine in via Fattori dove si riallaccerà alla ciclabile a nord dell’abitato. Il progetto presentato alla Regione per il finanziamento prevede anche aree di sosta per le biciclette sia alla stazione di porta al Serraglio che a quello di Vaiano.

 

 

 

 

Azioni sul documento