Tu sei qui: Home News Emergenza sociale legata al Covid, stanziati altri 30 mila euro

Emergenza sociale legata al Covid, stanziati altri 30 mila euro

Bellini: “Supporto alle associazioni che rispondono alle situazioni critiche”. Buoni spesa, risposta a 60 domande con 27 mila euro dei 53 mila totali

Giulio Bellini

Il Comune di Vaiano ha stanziato altri 30 mila euro per l’emergenza sociale provocata dalla pandemia con l’ultima variazione di bilancio del 2020. “Sappiamo che ci sono famiglie e persone in difficoltà e il perdurare delle criticità legate al Covid 19 aumentano il disagio di molti”, spiega Giulio Bellini, assessore ai Servizi sociali.

Il Comune, con i suoi uffici, segue diverse situazioni e l’attività dell’amministrazione va a integrarsi con quella delle associazioni di volontariato che svolgono un’azione preziosa e sono in prima linea accanto alle persone. “Abbiamo ricevuto la segnalazione di un vistoso aumento di richiesta d’intervento anche perché numerosi nuclei familiari dopo il lockdown della primavera scorsa non si sono ripresi e i prossimi mesi saranno molto complicati dal punto di vista economico”, aggiunge Bellini.

E proprio per rafforzare l’azione del volontariato il Comune mette a disposizione ancora 30 mila euro dal plafond dei fondi statali per l’emergenza Covid: fino a 15 mila euro potranno andare alle associazioni che collaborano quotidianamente con il servizio sociale, seguono le famiglie e le situazioni più critiche fornendo beni di prima necessità e supporti. Nel gruppo ci sono Caritas parrocchiale di Vaiano, San Vincenzo de’ Paoli, Aiuti per la Vallata. Fino a 5 mila euro sono destinati alle associazioni che svolgono servizio di trasporto sociale (Auser Sartoria – Pubblica Assistenza), la stessa cifra potrà essere utilizzata per l’attività dello Sportello lavoro del Comitato di solidarietà fra Vaianesi. Gli altri contributi vanno alle associazioni che si svolgono azioni educative e di inclusione per i minori in difficoltà. 

Intanto il Comune di Vaiano ha già dato risposta alle sessanta richieste di supporto con i buoni spesa della seconda tranche di fondi stanziati dal Governo. Sono circa 27 mila le risorse già impegnate a fronte di una disponibilità totale di 53 mila euro. Nella primavera scorsa sono stati consegnati buoni spesa per altrettanti 53 mila euro.

Azioni sul documento