Salta al contenuto

Bando Provinciale per l'assegnazione di alloggi di Edilizia Residenziale Pubblica - Anno 2020

Bando Provinciale per l'assegnazione di alloggi di Edilizia Residenziale Pubblica - Anno 2020 dal 30 SETTEMBRE 2020 al 23 DICEMBRE 2020, prorogato al 23 FEBBRAIO 2021.

Bando Provinciale per l'assegnazione di alloggi di Edilizia Residenziale Pubblica - Anno 2020 dal 30 SETTEMBRE 2020 al 23 DICEMBRE 2020. TERMINE ULTIMO prorogato al 23 FEBBRAIO 2021.

A chi si rivolge

Di seguito sono riportati i REQUISITI NECESSARI da possedere al momento della presentazione della domanda, nonchè da mantenere negli anni successivi, sia da parte del RICHIEDENTE che da parte del NUCLEO FAMILIARE del RICHIEDENTE.

Requisiti previsti per il SOLO RICHIEDENTE.

  • Possesso della cittadinanza italiana ovvero di un paese appartenente all'Unione Europea.
  • Se il richiedente è di paese terzo, è necessario il possesso del Titolo di Soggiorno UE di LUNGO PERIODO ovvero di permesso biennale che consenta lo svolgimento di attività lavorativa. E' inoltre consentito la presentazione della domanda anche a quei soggetti titolari dello status di rifugiato o di protezione sussidiaria.
  • Essere RESIDENTE, ovvero SVOLGERE ATTIVITA' LAVORATIVA STABILE, in uno dei 7 comuni della Provincia di Prato (Cantagallo, Carmignano, Montemurlo, Poggio a Caiano, Prato, Vaiano, Vernio) ed essere RESIDENTE in REGIONE TOSCANA per ALMENO 5 ANNI, anche non continuativi.
  • Essere ESENTE da CONDANNE PENALI passate in giudicato per delitti non colposi per i quali è prevista pena detentiva non inferiore a 5 anni ovvero avvenuta esecuzione della relativa pena.

Requisiti previsti per il TUTTO il NUCLEO FAMILIARE RICHIEDENTE.

  • Situazione economica familiare NON SUPERIORE alla soglia ISEE di € 16.500,00;
  • ASSENZA di titolarità di diritti di proprietà, usufrutto, uso ed abitazione su IMMOBILI ad uso abitativo, adeguati alle esigenze familiari, ubicati ad una distanza pari o inferiore a 50 km dal Comune della Provincia di Prato più vicino all'alloggio stesso, salvo le previsioni di legge relative alle proprietà indisponibili;
  • ASSENZA di titolarità di diritti di proprietà, usufrutto, uso ed abitazione su IMMOBILI, o quote di essi, ubicati nel territorio nazionale o all'estero, anche in presenza di situazione di sovraffollamento, il cui valore sia SUPERIORE ad € 25.000,00; con l'esclusione di quelli utilizzati per l'attività lavorativa prevalente del nucleo richiedente e quelli indisponibili ai sensi di legge;
  • ASSENZA di titolarità da parte dei componenti del nucleo familiare di BENI MOBILI il cui valore complessivo sia SUPERIORE ad € 25.000,00;
  • ASSENZA di titolarità di natanti o imbarcazioni a motore o vela, salvo che costituiscano beni strumentali aziendali;
  • ASSENZA di titolarità di autoveicoli IMMATRICOLATI negli ULTIMI 5 ANNI avente potenza superiore ad 80 KW (110 CV), salvo che costituiscano beni strumentali aziendali;
  • NON SUPERARE il limite di € 40.000,00 di PATRIMONIO COMPLESSIVO composto dalla somma di patrimonio immobiliare e del patrimonio mobiliare;
  • ASSENZA di PRECEDENTI ASSEGNAZIONI in proprietà, o con patto di futura vendita, di alloggi realizzati con contributi pubblici o finanziamenti agevolati concessi per l'acquisto in qualunque forma da Stato, Regione, Enti Territoriali o altri enti pubblici, con l'esclusione dei casi in cui l'alloggio sia inutilizzabile o perito senza dare luogo al risarcimento del danno;
  • ASSENZA di DICHIARAZIONE di ANNULLAMENTO dell'assegnazione o di DECADENZA dall'assegnazione di un alloggio di Edilizia Residenziale Pubblica per i casi previsti dall'articolo 38, comma 3, lettere b), d), e) e f) della L.R. 2\2019, salvo che il debito conseguente alla morosità sia stato estinto prima della presentazione della domanda;
  • ASSENZA di OCCUPAZIONE ABUSIVA e/o NON AUTORIZZATA di alloggi di Edilizia Residenziale Pubblica, secondo quanto disposto dalla L.R. 2\2019, allo stato attuale e nei 5 anni precedenti la presentazione della domanda.

N.B. Per IMMOBILE INDISPONIBILE si intende: assegnato in sede di separazione giudiziale o di divorzio al coniuge; dichiarato inagibile da parte del Comune o dell'autorità competente; sottoposto a procedura di pignoramento; indisponibilità giuridica delle quote dell'immobile debitamente documentata.

Accedere al servizio

Come si fa

La presentazione della domanda può avvenire nei seguenti modi.

AUTONOMAMENTE dal cittadino, collegandosi all'apposita pagina dedicata del sito istituzionale del Comune di Prato, se in possesso

  • di credenziali SPID;
  • della Carta d'Identità Elettronica;
  • di Carta Nazionale dei Servizi attiva.

Attraverso il servizio di FACILITAZIONE, accessibile SOLAMENTE tramite APPUNTAMENTO, predisposto dai Comuni di Cantagallo, Vaiano e Vernio per quei cittadini non in grado di provvedere autonomamente.

Per il Comune di CANTAGALLO ed il Comune di VERNIO

presso Ufficio Servizi Sociali, piazza del Comune, 20, San Quirico di Vernio

  • Contatti per fissare appuntamenti: 0574/931036
  • Giorni disponibili: LUNEDI', MARTEDI', GIOVEDI', VENERDI' dalle ore 9.00 alle ore 12.00

Per il Comune di VAIANO

presso Ufficio Servizi Sociali, piazza del Comune, 4, Vaiano

  • Contatti per fissare appuntamenti: 0574/942455
  • Giorni disponibili: LUNEDI', MARTEDI', GIOVEDI', VENERDI' dalle ore 9.00 alle ore 12.00

Il cittadino che accede al servizio di FACILITAZIONE DEVE AVERE con sè, al momento dell'appuntamento, TUTTA la DOCUMENTAZIONE NECESSARIA da allegare alla domanda.

Il servizio di FACILITAZIONE TERMINA il giorno 23 DICEMBRE 2020, termine ultimo per la presentazione delle domande inizialmente previsto.

Cosa serve

Di seguito sono riportati i documenti da allegare OBBLIGATORIAMENTE alla domanda.

  • Documento d'identità;
  • Titolo di Soggiorno per i cittadini di paesi terzi;
  • Documentazione attestante la REGOLARE e STABILE ATTIVITA' LAVORATIVA sul territorio della Provincia di Prato, ed in Regione Toscana per almeno 5 anni, alla data di presentazione della domanda (busta paga, contratto di lavoro, numero di partita IVA, modello unico, 730, iscrizione CCIAA ...);
  • Documentazione che dimostri la tipologia e l'ammontare di altri redditi per ogni componente indicato (alimenti da parte dell'ex coniuge);
  • CERTIFICATO di INVALIDITA' se la percentuale è superiore al 67% per i soggetti compresi tra 18 e 65 anni; il certificato di invalidità per i minori di 18 anni; il certificato di handicap per il soggetti ultrasessantacinquenni;
  • CONTRATTO D'AFFITTO in corso di validità: è sufficiente allegare la pagina da dove siano riscontrabili i dati di registrazione, i nomi dei contraenti e l'importo del canone;
  • Attestazione di PAGAMENTO del canone di locazione nell'anno 2019 (attestazione sottoscritta dal proprietario dell'alloggio con copia del documento d'identità, copia delle ricevute di pagamento ovvero copia dei bonifici);
  • Documentazione attestante l'attività continuativa da parte di almeno un componente del nucleo familiare da almeno 10, 15, 20 anni nella Provincia di Prato (busta paga, contratto di lavoro...);
  • Documentazione che dimostri i versamenti al Fondo GESCAL per 5 o 10 anni (busta paga da dove risulta la trattenuta);
  • Richiesta del sopralluogo ASL di competenza territoriale ed attestazione del pagamento (qualora sia stato richiesto).

La seguente documentazione dovrà essere allegata SOLAMENTE se il richiedente si trovi in una delle fattispecie seguenti:

  • Documento attestante il reddito relativo all'anno 2019 per ogni componente del nucleo familiare con reddito imponibile: dichiarazione dei redditi o Certificazione Unica rilasciata dal datore di lavoro o da enti previdenziali relativa all'anno 2019 (730-UNICO-CU);
  • Omologa o sentenza di separazione ovvero di divorzio da cui si rilevi che l'alloggio di proprietà di un componente del nucleo ichiedente sia assegnato all'ex-coniuge;
  • Omologa o sentenza di separazione ovvero di divorzio da cui si rilevi l'obbligo del agamento dell'assegno di mantenimento;
  • Atto di pignoramento dell'alloggio del nucleo richiedente emesso dal Tribunale;
  • Documentazione dimostrante che l'immobile si adibito a sede dell'attività lavorativa di un componente del nucleo richiedente;
  • Documentazione dimostrante che l'immobile di un componente del nucleo richiedente sia indisponibile;
  • Provvedimento di sfratto per finita locazione o morosità incolpevole e relativo atto di convalida. Lo sfratto deve essere stato convalidato entro i 2 anni precedenti la data di pubblicazione del bando, ovvero dal 30\09\2018 al 30\09\2020.

Tempi e scadenze

Periodo presentazione delle domande: dalle ore 12.00 del 30 SETTEMBRE 2020 alle ore 14.00 del 23 DICEMBRE 2020.

Termine ultimo PROROGATO alle ore 14.00 del 23 FEBBRAIO 2021.

PUBBLICAZIONE GRADUATORIA PROVVISORIA.

La graduatoria provvisoria relativa al bando provinciale 2020 per l’assegnazione di case popolari è stata approvata con determina dirigenziale n. 867 del 21.04.2022 e pubblicata in data 22.04.2022

La graduatoria provvisoria è integrata dall’elenco dei richiedenti che non sono stati ammessi con indicata la motivazione dell’esclusione.

Per ragioni di privacy, i richiedenti sono stati identificati con il numero di pratica, corrispondente al numero di protocollo generale del Comune di Prato (PG), riportato su tutte le pagine della domanda (a sinistra).

RICORSO AVVERSO alla GRADUATORIA PROVVISORIA.

Il richiedente che ne abbia interesse e motivazione può presentare ricorso avverso la graduatoria provvisoria alla Commissione Comunale Alloggi del Comune di Prato entro i 30 giorni successivi alla data di pubblicazione della stessa utilizzando il modulo predisposto dal Comune di Prato e disponibile:

Il modulo compilato e sottoscritto deve essere accompagnato da un documento di identità in corso di validità e dalla documentazione necessaria a legittimare la richiesta oggetto di opposizione.

Il ricorso si presenta dal 22/04/2022 al 23/05/2022

Nello stesso periodo è attivo il numero verde 800 821 182 che fornisce informazioni sulla graduatoria provvisoria e sulle modalità per la presentazione di un eventuale ricorso; È possibile parlare con un operatore tutti i giorni dalle 10.00 alle 12.00 e il lunedì e il giovedì dalle 15.00 alle 16.00;Si ricorda che

  • i requisiti di ammissibilità alla graduatoria e le condizioni soggettive e oggettive che danno titolo al punteggio devono essere già possedute alla data di pubblicazione del bando ( 30.09.2020 ) e devono essere state dichiarate al momento della presentazione della domanda.
  • la richiesta di ricorso può essere presentata esclusivamente dall’intestatario della domanda di partecipazione al bando provinciale 2020 per l’assegnazione di alloggi ERP

Casi particolari

Per i soli soggetti assegnatari definitivi di alloggio di Edilizia Residenziale Pubblica, in presenza di SERI e DOCUMENTATI MOTIVI, è possibile presentare la richiesta di CAMBIO ALLOGGIO (mobilità).

La richiesta di cambio alloggio (o mobilità) si può presentare in qualsiasi momento, indipendentemente dai giorni di apertura del bando provinciale per l'assegnazione di alloggi di Edilizia Residenziale Pubblica.

Per tutte le informazioni necessarie su requisiti, modulistica, documentazione da allegare e modalità di presentazione della richiesta, consultare l'apposita pagina dedicata del sito istituzionale del Comune di Prato.

Questa pagina ti è stata utile?