Salta al contenuto

Casa di comunità, il Comune cede gratuitamente il terreno alla Asl

Sarà realizzata con i Fondi del PNRR, un’evoluzione del distretto

Data:

06-04-2022

Casa di comunità, il Comune cede gratuitamente il terreno alla Asl

Il Comune è pronto a fare la sua parte per la realizzazione della Casa di Comunità, che sarà realizzata con i Fondi del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) ampliando e convertendo l’attuale Distretto sanitario in via Val di Bisenzio. Nell’ultima seduta del consiglio comunale è stata approvata all’unanimità una delibera in cui si prevede la cessione gratuita ai fini di pubblica utilità di un appezzamento di terreno nell’area in cui già è operativo distretto sanitario.

“La Casa di comunità è un modello di servizio sanitario sul territorio in cui anche l’amministrazione comunale ritiene sia giusto impegnarsi, si tratta di un’evoluzione positiva del modello distretto sanitario, una sanità ancora più vicina ai cittadini, una iniziativa strategica sia in termini di quantità che di qualità di servizi - sottolinea il sindaco Primo Bosi - Questo provvedimento consente alla Asl Toscana Centro di poter procedere con la progettazione, garantendo sia il raggiungimento delle superfici minime necessarie all’accreditamento della struttura sanitaria che il rispetto della distanza dal confine di cinque metri”. È stata la stessa Asl a presentare la richiesta di cessione della particella - corrispondente a un’area di circa 45 metri quadrati - che è stata prontamente accolta dal Comune.

Le Case di comunità sono un’evoluzione delle Case della salute (diffuse in modo particolare in Toscana, rappresentano un modello nazionale ) e nascono per mettere a disposizione un servizio sanitario sempre più prossimo ai cittadini, prendendosi cura della popolazione direttamente sul territorio offrendo attività e servizi specialistici avanzati.

In Toscana – lo ha annunciato in gennaio il presidente della Regione, Eugenio Giani - è prevista la realizzazione di settanta case di comunità, nell’ambito del PNRR, relativamente alla Missione 6, componente 1 “Reti di prossimità, strutture e telemedicina per l’assistenza sanitaria territoriale”, che prevede la realizzazione di queste nuove strutture per la “definizione di un nuovo modello organizzativo della rete di assistenza sanitaria e territoriale”.

Dal PNRR arriveranno per i progetti toscani: 104,2 milioni di euro per le case di comunità; 56,8 milioni per gli ospedali di comunità; e 12,5 milioni per le centrali operative territoriali, per un totale di 173,5 milioni.

Ulteriori informazioni

Ultimo aggiornamento

30-08-2022 17:08

Questa pagina ti è stata utile?