Salta al contenuto

Un benvenuto dal profondo del cuore alle donne e ai bambini arrivati dall’Ucraina

Data:

07-03-2022

Profughe ucraine e sindaco Bosi
Profughe ucraine e sindaco Bosi

Viene dal profondo del cuore  il benvenuto che la comunità di Vaiano dà al gruppo di profughi ucraini, per lo più giovani donne e bambini,  che sono stati accolti nella canonica di Savignano da Coop 22. Per salutarli, incontrarli, ascoltarli, si sono subito attivati il sindaco Primo Bosi, l’assessore Giulio Bellini e la presidente della Terza commissione consiliare Mila Macchi. Si tratta di cinque donne, di un uomo e di sette bambini giunti in Italia dopo un lungo viaggio ma anche grazie a tanta solidarietà. Le mamme hanno scelto di partire  per salvare i loro bambini. Dietro di loro hanno lasciato le persone più care, mariti e compagni chiamati a combattere, la loro casa, una vita intera. Sono state costrette – raccontano - a partire nel giro di un’ora, prendendo poche cose.  Grandissimo il loro dolore ma egualmente grande la loro dignità nel rivendicare il diritto alla libertà e alla democrazia del popolo ucraino.

Ulteriori informazioni

Ultimo aggiornamento

07-03-2022 22:03

Questa pagina ti è stata utile?